CRESCITA CONTINUA PER GOVERNARE LA COMPLESSITÀ DEI PROGETTI

Parola ai founder

Il 2023 di Starching si è chiuso con un bilancio molto positivo: una crescita di fatturato continua, dato costante degli ultimi anni, a cui corrisponde un incremento dei collaboratori, che hanno raggiunto ormai le 150 unità. Nel 2022 il valore della produzione è stato di 15,2 milioni rispetto ai 12,7 milioni di euro dell’anno precedente e per il 2023 si è attestato intorno ai 17 milioni di euro. Una crescita confermata anche dalla vision del 2024.

Fatturato in crescita, sostenuto dal forte know-how derivante da oltre trent’anni di attività, con una riconosciuta leadership nella gestione di progetti e cantieri di grandi dimensioni, eccellenze nell’ambito della valorizzazione dell’esistente e di nuove costruzioni. Negli ultimi mesi sono state incrementate le attività nell’ambito del project e construction management con particolare applicazione nell’ambito dell’hotellerie di lusso.

Il progetto di punta del 2023 è stato senz’altro il Six Senses Roma, una sorta di manifesto dell’hospitality di lusso: un’operazione dove il rapporto di fiducia con il committente, partito dall’advisory nelle fasi iniziali del processo, è arrivato fino alla gestione economica e finanziaria del progetto, al cantiere e alla consegna chiavi in mano alla nuova proprietà.

«La vision che abbiamo per il 2024 è chiara: diventare una società di architettura e ingegneria protagonista sullo scenario nazionale e internazionale, capace di garantire ai propri clienti servizi a 360 gradi anche attraverso l’acquisizione di realtà esterne, assicurando altresì la crescita professionale dei propri collaboratori e distribuendo internamente il valore prodotto», dichiara Maria Paola Pontarollo, co-founder e director di Starching.

Dal Waterfront di Levante a Genova, all’iniziativa immobiliare Milano 3.0, dall’headquarter Enel a Roma alla nuova sede dell’Università di Milano: Starching è protagonista di numerose operazioni di rigenerazione urbana, fornendo servizi integrati e occupandosi di tutte le fasi di sviluppo del progetto, con attenzione all’intero ciclo di vita delle opere. Se da un lato la mission è quella di assistere i committenti nel governo della complessità dei grandi progetti, dall’altra rimane l’impegno nel risultare attrattivi per le risorse che riconoscono Starching per la crescita professionale. Questo passa indiscutibilmente attraverso la formazione professionale dei collaboratori, aspetto sul quale Starching investe costantemente affinché le competenze siano il plus che i partner di progetto e i committenti riconoscono come valore aggiunto.

«Per il futuro vogliamo puntare sulla valorizzazione, mettendo in campo le competenze della nostra società di progettazione e di servizi professionali integrati, fortemente vocata alla capacità di fare propria l’aspettativa dei clienti e le sfide legate ai loro investimenti», dichiara Marcello Cerea, co-founder e director di Starching.

Condividi questa storia sui tuoi social:
Ti potrebbe interessare anche
  • Futuro

    1 Aprile 2024

    Dall’hotellerie alla rigenerazione di grandi aree

    Dopo l’hotellerie, Starching guarda con interesse ai progetti legati al terzo settore, dallo sport all’università.

    di Vera Capsoni